Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

Michelotto e la guerra delle “cucine”

Immagine
http://www.giornaletrentino.it/sport/michelotto-e-la-guerra-delle-cucine-1.790822
Amarcord. Il trentino della Scic perse il Giro per gli attacchi di Gimondi (Salvarani)
di Carlo Martinelli Il Trentino, 23 maggio 2013
La scritta c'è ancora, tracciata con vernice nera. Sta lì da oltre quarant'anni, lungo la strada che da Ora ed Egna porta alla valle di Fiemme. Fu vergata in occasione del Giro d'Italia del 1971: "La mafia ha battuto la Scic". Racconta una pagina a suo modo ancora misteriosa della storia del ciclismo, racconta di un corridore trentino coriaceo quanto schivo, capace di imprese importanti quanto deciso – a carriera finita – nello scivolare in un anonimato che assume a volte il tratto della scontrosità. 
Si racconta di Claudio Michelotto, il ciclista di Roveré della Luna (classe 1942), che nel suo palmarès annovera vittorie nella Tirreno-Adria­tico, nel Giro di Sardegna, alla Milano-Torino, al Giro di Campania, al Trofeo Laigue­glia. 
Per non parlare del …

FOOTBALL PORTRAITS - Ciao Becks, bend & brand

Immagine
https://www.amazon.it/Football-Portraits-Ritratti-calcio-Agbonlahor-ebook/dp/B01KI1XRO6

Bend e brand. Sono le parole magiche che meglio raccontano, nel bene e nel male, le 718 partite da professionista del calciatore peggio valutato e meglio pagato d'ogni epoca. Sottovalutato nel rendimento in campo. Sopravvalutato da chi, abbagliato da glamour e marketing, pretendeva che risolvesse da solo le partite. David Beckham è stato, sempre e prima di tutto, un giocatore. Un giocatore vero, di squadra. Un campione. Non un fuoriclasse.

Bend it like Beckham. Per quel suo modo unico di calciare curvo col destro, piegando l'interno-piede per punizioni e cross perfetti. Il suo marchio di fabbrica, un brand, appunto, che l'adolescente Keira Knightley ha trasformato in cult-movie per ragazzine di tutto il mondo.

Ma lì Becks, o Spice Boy, per il matrimonio del secolo con l'ex Spice Girl Victoria Adams, era già un'icona globale. Ne aveva fatta di strada il ragazzino londinese di Leyto…

FOOTBALL PORTRAITS - Modrić, io non ho più paura (2013)

Immagine
https://www.amazon.it/Luka-Modri-x107-Football-Portraits-ebook/dp/B01B1NLAHG/ref=sr_1_21?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1476965553&sr=1-21
Dalla guerra nella ex Jugoslavia al Real Madrid dei Galácticos un talento più forte di ogni avversità. Il Miedo Escénico? A 27 anni, è pronto per incantare anche il Bernabéu
di CHRISTIAN GIORDANO Guerin Sportivo n. 5, maggio 2013
NE PRILAZITE. NA OVOM PODRUČJU JE VELIKA. OPASNOST OD MINA.  «Non attraversare: grave pericolo di mine». C’è ancora, quel cartello. Conficcato nel terreno e nel cuore, anche adesso che scappare non si deve più. Zadar (Zara), oggi “solo” Croazia. Fino a vent’anni fa, molto, troppo di più. A casa di Luka non ci arrivereste mai per turismo, né vorreste. Sessanta km dalla costa dalmata, area rurale, depressa e montagnosa, si svolta a destra per «Modrići». Plurale: i Modrić abita(va)no qui. Tempo imperfetto. Come il mondo che abitiamo. 
MY NAME IS LUKA  Quello dei Modrić era già cambiato per sempre il 18 dicembre 1991. Nonn…