Post

Visualizzazione dei post da ottobre 10, 2019

LOST SOULS - Earl "GOAT" Manigault

Immagine
https://www.amazon.it/Lost-Souls-Storie-basket-strada/dp/8896184274

di Christian Giordano
LOST SOULS: Storie e miti del basket di strada

«In vita mia avrò affrontato oltre millecinquecento avversari, ma quello che più di tutti mi ha dato filo da torcere è stato Earl Manigault. Un mastino. E pensare che era alto appena 1.84». 
Comincia con queste parole di Kareem Abdul-Jabbar la pellicola Rebound, prodotta dalla HBO nel 1996 per far cassa e tramandare ai posteri l’eredità del Caprone: non il più grande giocatore di playground, per il semplice fatto che non ne esiste uno, ma di sicuro il più leggendario e conosciuto. 
Il re dei re dell’asfalto. L’uomo che sognava di sedersi sul ferro; che a 12 si costruiva una neighborough rep, una reputazione nel quartiere, a colpi di pinning: con la stoppata fatta inchiodando la palla sul tabellone e non semplicemente rispedendola al mittente. Che a 13 anni, alto 1.65, era già alla city rep, visto che schiacciava a canestro due palloni da volley (double …