Post

Visualizzazione dei post da febbraio 28, 2016

El 'loco' Houseman. Presente y pasado

Immagine
http://www.efdeportes.com/efd45/houseman.htm


    efdeportes.com
    El 'loco' Houseman. Presente y pasado

* Area Interdisciplinaria de Estudios del Deporte
SEUBE - FFyL - UBA (Argentina)

Daniel Ibaña y
Julio D. Frydenberg*
alaju@speedy.com.ar


    http://www.efdeportes.com/ Revista Digital - Buenos Aires - Año 8 - N° 45 - Febrero de 2002    


             Este trabajo no pretende ni desentrañar las telarañas que anudan una psiquis concreta, ni desenmascarar las determinaciones sociales que marcan el destino individual, ni elaborar algún método que marque los pasos necesarios para la generación de talentos deportivos. Sin embargo, sí intenta brindar material para posteriores investigaciones sobre estos y otros temas, mostrando algunas de las facetas de la vida de uno de los personajes más importantes de la historia del fútbol argentino.

             René Orlando Houseman, flaquito, divertido y sin un peso en el bolsillo, no parece haber cambiado mucho desde sus días de plenitud…

FOOTBALL PORTRAITS - Il Somma profeta

Immagine
Mario Somma mai profeta in patria. Difficile, troppo difficile, esserlo su quella panchina. Lui, allenatore DI e DEL Latina. La sua squadra del cuore. La squadra della sua città. Città che mai ne ha ricambiato l'amore: profondo, incondizionato.

La stampa locale non gli ha mai perdonato niente, a cominciare dalla mancata presentazione quando - lo scorso 2 novembre - firmò un biennale come successore di Mark Iuliano; per finire con il silenzio stampa nella settimana pre-Modena. La settimana in cui aveva ribadito con forza la sua amicizia con il dg Pietro Leonardi e annunciato che, quella col Latina, sarebbe stata la sua ultima esperienza da allenatore.

Le ha provate tutte, Somma: ha cambiato uomini e sistemi di gioco. E - paradossi del calcio - ha perso la panchina dopo una delle migliori prestazioni offensive della (mai davvero sua) squadra: tante occasioni, due pali, compreso quello sul rigore di Boakye e il gol fantasma di Acosty.

Il giorno dopo la sconfitta contro il Modena, e…

FRIDAY - Il più grande mai visto

Immagine
http://www.amazon.com/Robin-Friday-Football-Portraits-Italian-ebook/dp/B01B3YATTI

Christian Giordano ROBIN FRIDAY Il più grande mai visto Rainbow Sports Books KINDLE STORE - 2,99 euro
Robin Friday è stato "il" ribelle nell’epoca d’oro dei “mavericks”, i cavalli pazzi, del calcio inglese. Un centravanti potente e geniale ma del tutto fuori di testa. Se George Best è stato la prima popstar del football, Robin Friday ne è stato la prima rockstar. "Il più grande che si sia mai visto" perché, nell'era proto-televisiva del football britannico, ha giocato da professionista soltanto cinque stagioni. E nemmeno un minuto in prima divisione. Si è perso in quarta serie perché non prendeva niente sul serio, viveva il calcio come un hobby e ogni giorno come l’ultimo. Che arrivò, per droga e alcool, a soli 38 anni: il 22 dicembre 1990, per arresto cardiaco da overdose, nel suo appartamento londinese.