Post

Visualizzazione dei post da novembre 5, 2017

THE CURSE OF THE CHELSEA No.9

Immagine
by FOUR FOUR TWO, December 2017
Morata may have hit the ground running at Stamford Bridge, but the Blues’ No.9 shirt has not brought its wearer a great deal of success since the days of Jimmy Floyd Hasselbaink
MATEJA KEZMAN 2004-05 Four dynamite campaigns with PSV – including a 35-goal 2002-03 – meant the Serbianwas one of the most sought-after strikers in Europe, and Mourinho must have thought he had found the perfect Hasselbaink replacement. But he never got going, scoring only four goals for the Blues.
HERNAN CRESPO 2003-06 The Argentina legend found the net wherever he went, from River Plate to Parma and Lazio to both Milan clubs. And while he can’t be deemed a complete flop – he played 49 games and scored 20 – once Didier Drogba had really established himself, poor Hernan was considered expendable by Mourinho.
KHALID BOULAHROUZ 2006-07 Not your regular No.9: the Dutchman was a defender, but the digit just happened to be going spare after Crespo left. It didn't magically bring…

Storie di ciclismo - Carlo Oriani

Immagine
https://www.facebook.com/313059979101026/photos/a.313546469052377.1073741828.313059979101026/315486835525007/?type=3&theater


Nasce a Cinesello Balsamo il 5 novembre 1888 Carlo Oriani, vincitore in carriera di un Giro d'Italia e di un Giro di Lombardia.
Corridore completo, Oriani è professionista dal 1908 al 1915. Al Giro del 1909 era semplicemente "el Pucia", il giovincello che correva ancora come indipendente, ma che prometteva un grande avvenire. Un predestinato fin da poco più che bambino, che imparò l'uso della bicicletta come mezzo di necessità per sfamarsi e per dare alla sua famiglia, immersa fino al busto nella povertà della mezzadria. Portava il latte al centro di Cinesello Balsamo, l'allora poco più che borgo in cui era nato il 5 novembre 1888. Un paio di bottiglie la volta, poche, per pensare di far fruttare di più quel servizio allora così raro, ma sufficienti per farlo notare come il piccolo pedalatore che poteva far sognare. E fu lì che Carlo di…