Post

Visualizzazione dei post da settembre 4, 2019

David Thompson, l’idolo di Jordan

Immagine
https://www.amazon.it/Hoops-Portraits-Ritratti-basket-americano-ebook/dp/B07JC4X181/ref=asap_bc?ie=UTF8

«Great players can just play their normal games and be very good. Those are the ones who have the ability to make basketball an art. It comes naturally for them. But not for me – I have to work at it.»
– David Thompson

di CHRISTIAN GIORDANO in esclusiva per © Rainbow Sports Books

A quattro anni lo mandarono all’asilo.
Eccerto: a quattro anni…
Non ci siam spiegati: i fratelli non ptevano occuparsi di lui perché eran tutti giù nei campi. Di cotone. Nell'estrema povertà dell’ovest del North Carolina, a ridosso della cittadina-tessificio di Shelby, i Thompson eran cresciuti così. Lavorando. 
A saltare – non solo l’infanzia – David, ultimo di undici figli di due addetti alle pulizie, era però orwellianamente due volte “più uguale” degli altri: per l’eccezionale timidezza figlia dei troppi più grandi sempre intorno, e l’ancor più leggendario vertical leap – 42 inch da fermo. Non ma…