Post

Visualizzazione dei post da dicembre 7, 2016

Perché perduti, perché noi

Immagine
di CHRISTIAN GIORDANO
Mai stato uno di strada. Inutile fingers ballerz, meglio se con la zeta, se non lo si è mai stati. Certo, in strada ci giocavo fino a sera, dopo la scuola, davanti a casa di quello con la grana che, come capita a quelli con la grana, aveva un anno in meno di noi e fatto la “prima privata”. Ma giocavamo sul campetto dell’Ipsia già senza custode (non sempre) o in una via senza sbocco, e quindi senza traffico e figuriamoci trafficanti. Non c’erano pericoli né tentazioni, insomma. Sono cresciuto bene, per non so quale immeritata e immotivata fortuna. Soldi, pochini. Ma fino alla pre-adolescenza, chi se n’è mai fregato. Meglio: chi se n’era mai accorto.
Poi, cresci. Cambi casa non per scelta ma per sfratto, scoprì che anche nella tua ridente, provincialotta e tranquilla cittadina turistica ci sono quartieri non pericolosi, ma un filo disagiati. Con ragazzi più smaliziati, che è meglio non andare a sfidare, specie se da soli. 
Cominci a farti domande. E a sentirti tut…

“The Fog Game”, nasce il Calcio Totale

Immagine
La "Partita della nebbia". 
In Italia, a milanisti e no, il ricordo va subito a Stella Rossa-Milan, ritorno degli ottavi di Coppa dei Campioni 1988-89. Ma in Olanda al suono di quelle parole ai vecchi tifosi dell’Ajax luccicano gli occhi. 
Fu allora che, battendo il grande Liverpool dello spocchioso Bill Shankly, una squadra fatta di giovani del vivaio capì di essere già fra le grandi d’Europa. E “The Fog Game” assurse a leggenda. 
Amsterdam, 7 dicembre 1966, stessa Coppa ma secondo turno, 55.722 paganti affollano lo stadio Olimpico per vedere... il nulla. 
Una fitta cappa avvolge la capitale olandese, ma l’arbitro italiano Antonio Sbardella sostiene, beato lui, di riuscire a vedere da porta a porta. I giocatori non ci riescono, ma il fischietto romano vuole che si giochi e tanto basta. 
L’Ajax dei giovani, brutto anatroccolo quasi retrocesso l’anno prima, scompare nella nebbia. La squadra che ne (ri)emerge, 90’ dopo, è un meraviglioso cigno biancorosso. Anche se solo gli s…