Post

Visualizzazione dei post da giugno 7, 1987

Visentini in trappola

L'irlandese di nuovo in rosa. Regolamento di conti nella Carrera. «Stasera qualcuno torna a casa» Attaccato dal compagno di squadra Roche, va in crisi e arriva con 7 minuti di ritardo
dal nostro inviato DARIO CECCARELLI l'Unità, domenica 7 giugno 1987
Quasi un terremoto al Giro d'Italia. Nella prima tappa delle Dolomiti (Lido di Jesolo-Sappada, 224 chilometri) è successo di tutto. Roberto Visentini, logorato dai continui attacchi di Stephen Roche e svuotato d'ogni energia per una crisi di fame, ha perso la maglia rosa rotoando a tre minuti e 12 secondi dall'irlandese, ora nuovo leader della classifica. Vlsentini, che ieri ha vissuto una delle giornate più drammatiche della sua vita ciclistica, è giunto al traguardo con quaai 7 minuti di ritardo rispetto al vincitore della tappa, l'olandese Johan van der Velde. L'ex maglia rosa appena sceso dalla bicicletta era furibondo: «Non fatemi parlare» ha gridato. Poi sottraendosi alta muta di cronisti che l'attorn…

Il «golpe» di Roche

Immagine
LA PRIMA TAPPA DOLOMITICA HA SCONVOLTO LA CLASSIFICA Va all'attacco e la maglia rosa Visentini va in crisiIl gregario Schepers lo aiuta e non aspetta il capitanoIl bresciano esplode con un serie di accuse e minacce Terremoto al vertice del Giro a conclusione della tappa di Sappada. L'irlandese Roche ha sferrato un imprevedibile attacco e il suo compagno di squadra Visentini è sprofondato in una drammatica crisi che gli ha fatto perdere il primato
Adesso Roche è tornato in maglia rosa, mentre Visentini è precipitato a oltre tre minuti. Quella che sembrava la squadra più forte del Giro, la Carrera, si è spaccata. Visentini lancia accuse e minacce. Roche invece si giustifica
Ecco ora per ora la cronaca di una guerra annunciata
di ANGELO ZOMEGNAN La Gazzetta dell Sport, domenica 7 giugno 1987
SAPPADA - È la cronaca di una «guerra» annunciata: strisciante sino alla cronometr di San Marino e puntualmente esplossa ieri sulle prime rampe dolomitiche del 70° Giro d'Italia. Roberto Vis…