Post

Visualizzazione dei post da luglio 7, 2018

Gaviria subito in giallo, i big già indietro

Immagine
Se il buon Tour si vede dall'avvio, l'edizione 105 sarà grandiosa. È successo di tutto, ed era solo la prima tappa: 201 km in Vandea, da Noirmoutier-en-l'Île a Fontenay-le-Comte, cento dei quali lungocosta al vento dell'Atlantico.
Fernando Gaviria doveva essere, e così è stato: subito primo e in giallo già al debutto.
Una vittoria, la sua, due volte storica: primo colombiano a imporsi allo sprint nella Grande Boucle e secondo a indossarne la maglia di leader, quindici anni dopo Victor Hugo Peña.
Un predestinato il 23enne due volte iridato in pista, che per vincere, e vestire la rosa, all'esordio al Giro dovette aspettare la terza tappa, la Tortolì-Cagliari del 2017, anche lì con tanto vento in faccia, quello del Tirreno.
Gaviria si è messo alle spalle due altri fenomeni, lo slovacco tricampione del mondo Peter Sagan e il tedesco Marcel kittel, finalmente tornato ai suoi livelli.
Ma è più dietro che è successo di tutto: il francese Arnaud Demare, discusso vincitore…