Post

Visualizzazione dei post da luglio 7, 2017

Ter di Kittel, questione di millimetri

Immagine
Meno di cinque millimetri dopo 213.5 km. È bastato tanto così, 4.9 millimetri, dopo un'interminabile e controversa analisi del fotofinish, a confermare per la terza volta in questo Tour de France, la seconda consecutiva, che è Marcel Kittel il re dello sprint globale.
Sull'inedito arrivo di Nuits Saint-Georges, il 29enne tedescone della QuickStep Floors ha centrato così il 17esimo successo nei grandi Giri, il 12esimo alla Grande Boucle: come Erik Zabel, che chissà se avrà gradito nel giorno del suo 47esimo compleanno.
In giornata-no Demare per la nottataccia in albergo senza aria condizionata, Kittel stavolta non ha potuto battezzare la ruota del francese, undicesimo al traguardo, ma gli ha sfilato la maglia verde precedendo Edvald Boasson Hagen, con Michael Matthews (terzo) e l'altro norvegese Kristoff, uno dei favoriti per il prossimo mondiale che si correrà in casa loro, a Bergen, il 24 settembre. 
Per la seconda tappa in fila, quattro tedeschi nella top ten: Kittel, D…