Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2005

HOOPS PORTRAITS - Operazione Yao Ming: progettato in laboratorio

Immagine
di CHRISTIAN GIORDANO la Repubblica - ed. nazionale, 21 ottobre 2005

«Il Dragone che fa Yao». Dovesse uscirne l' edizione italiana, il titolo potrebbe essere questo. Solo che le fusa di quel gattone di 2.24 per 138 chili di talento e marketing, non sarebbero rassicuranti. Anzi. Il solo pensiero che la teoria sia concepibile, prima ancora che fattibile, fa rabbrividire: Yao Ming, centro cinese degli Houston Rockets della Nba, sarebbe stato progettato in laboratorio. Non in senso strettamente genetico, ma programmato a tavolino: facendo accoppiare i futuri genitori, ritenuti "adatti" in seguito a un complicato e ovviamente segretissimo processo di selezione "naturale" per talento, struttura fisica e atteggiamento mentale. Una specie di Frankenstein del parquet.  E' l' arditissima e inquietante tesi sostenuta in Operation Yao Ming: The Chinese Sports Empire, American Big Business, and the Making of an NBA Superstar, libro-choc (diffidare dalle pubblicazion…