Post

Visualizzazione dei post da luglio 27, 2014

Il Tour di Nibalì

Immagine
Botescià, Bartalì e Coppì due volte. Nencinì, Gimondì, Pantanì una. E adesso Nibalì. Sette italiani per dieci successi al Tour. Vincenzo non solo entra nella storia, ma sale sull'Olimpo già abitato da Anquetil, Gimondi, Merckx, Hinault e Contador. Il pantheon dei sei grandissimi capaci, in carriera, di vincere le tre maggiori corse a tappe: Vuelta a Espana, Giro d'Italia e Tour de France. In ordine crescente di importanza, è lo stesso seguito dalla maturazione del Nibali corridore. La passerella sui Campi Elisi è l'apice di una carriera già straordinaria.

La sognava da bambino, nella sua Messina. La bici segata a metà dal papà per rimetterlo in riga. La famiglia lasciata a 15 anni per la Toscana, dove al posto di nonno Vincenzo, papà Salvatore, mamma Giovanna e la sorella Carmen ha trovato altre due famiglie: quella di Bruno e Lucia Malucchi, il suo patron alla Mastromarco, e quella di Carlo e Bruna Franceschi, il suo diesse che l'ha finito di crescere. Enzo l'ha …