Post

Visualizzazione dei post da febbraio 23, 2017

Ranieri ciao, fine della favola

Claudio Ranieri non è più l'allenatore del Leicester City campione d'Inghilterra. Centotrentatré anni spazzati via nove mesi dopo averli sublimati con l'unico titolo della propria storia.  E' il mancato lieto fine della favola lunga una stagione, e forse irripetibile.
A sorprendere davvero però è solo il momento, non l'esonero in sé. «La decisione più difficile», parola del vicepresidente Aiyawatt Srivaddhanaprabh, nei sette anni da quando il club è diventato di proprietà della King Power, non a caso anche nome-sponsor dello stadio.
Se a fine febbraio non hai ancora segnato un gol in campionato nell'anno nuovo, e sempre in Premier League vieni da cinque sconfitte consecutive, il tuo destino è segnato. Si trattava solo di sapere quando, non se.
Per i media inglesi, sembrava coincidere con il 12 febbraio in caso di sconfitta a Swansea, scontro diretto per la salvezza, poi puntualmente arrivata; ma alla vigilia del replay del quarto turno di FA Cup, poi vinto ai …

Wayne Rooney: China or no China, as far as his legacy is concerned, he is done

https://www.theguardian.com/football/2017/feb/23/wayne-rooney-manchester-united-china-legacy-done?CMP=fb_a-football_b-gdnfootball
di JONATHAN WILSON, The Guardian
What seems remarkable now is how uncontroversial the issue of Wayne Rooney’s departure from Manchester United has come to feel. This is, after all, a player who started United’s first five league games of the season, a run of games that suggested he was a first-choice. Perhaps José Mourinho really did see him as such, or maybe he was playing a clever political game, but either way Rooney has faded to the extent that the suggestion he will start Sunday’s EFL Cup final on the bench provokes little comment.
There is always a tendency to portray Mourinho as a great Machiavellian spider, forever spinning his webs of intrigue, never doing anything without some ulterior motive, but if his aim this season was to prove that Rooney is not good enough for a place in the first team and to shuffle him without fuss out of the door, then h…