Post

Visualizzazione dei post da ottobre 22, 2015

THE MOST IMPORTANT MAN IN THE HISTORY OF FC BAYERN MÜNCHEN

Immagine
http://miasanworldwide.com/2014/01/08/the-most-important-man-in-the-history-of-fc-bayern-muenchen/
JANUARY 8, 2014ARMAANFARID


If one were to list out the names of “Legends” that have graced the ranks of FC Bayern München in one capacity or another throughout her glorious history, then it might not be any exaggeration to claim that an entire book could be written.

A multitude of heroes have etched their name in the folklore of the club’s past as moments mixed with magic have given rise to memories that have, and will, last a lifetime. Let’s take a moment to turn back the clock and pay tribute to a few of those imperious characters that have defined Bayern, and try to find out if there was anyone who could be defined as “the most important person in the club’s history”.

It started way back on February 27th, 1900 when a group of 11 rebels broke away from the Munich gymnastics club and went on to form the team we know today – FC Bayern München. The leader of the gang was a man named Franz …

Fermato dalla guerra, Mkhitaryan non parte per l’Azerbaigian

Il pallone si arrende alla politica: Mkhitaryan non giocherà oggi nel match di Europa League fra Borussia Dortmund e Qabala. Troppo pericoloso per lui, armeno, andare in Azerbaigian. Colpa della guerra del Nagorno-Qarabaq, finita nel ’94 ma ancora viva nell’animo dei due popoli. La regione si è staccata dall’Azerbaigian nel ’92, scatenando un conflitto tra Baku e le forze locali, sostenute dall’Armenia. 
A distanza di 20 anni la guerra continua ad avere ripercussioni, anche nel calcio. Mkhitaryan non è persona gradita in Azerbaigian. Anche per essere andato nel 2011 a Stepanakert, capitale del Nagorno, per omaggiare le famiglie dei soldati morti.
Con l’incrocio in Europa League si è posto il problema della concessione del visto al giocatore armeno. Azerisport.com aveva addirittura scritto che il calciatore avrebbe potuto essere arrestato. Il Borussia ha preferito evitare bracci di ferro: Mkhitaryan non è stato convocato. «È un peccato dal punto di vista sportivo e umano, ma abbiamo d…