Post

Visualizzazione dei post da giugno 1, 2019

Pello-bis sul Monte Avena, Carapaz rosa shocking e i cretini pericolosi

Immagine
Richard Carapaz, il primo ecuadoriano in rosa, è anche il quasi vincitore del Giro d’Italia 102. 
Quel "quasi" è lungo 17 km contro il tempo, con in mezzo la salita delle Torricelle che in passato ha deciso due mondiali ma nel futuro più prossimo, deciderà, al massimo, con la 21esima e ultima tappa di Verona, gli altri due gradini del podio. 
Improbabile che il 26enne capitano in corsa della Movistar, perda 1’54” da Nibali (con cui è arrivato spalla a spalla), 2’53" da Landa o 3’16” da Roglič, il grande favorito per l’ultimo atto.

L’ultimo tappone, 194 km da Feltre all’inedito Croce d’Aune/Monte Avena, con 5 GPM e 5600 metri di dislivello, l’ha vinto uno spagnolo, Pello Bilbao, già primo nella Vasto-L’Aquila alla settima.
Dietro di lui c’è stata bagarre ma più per dovere che per convinzione. Nibali e Roglic sono andati in difficoltà già sul passo Manghen ai -120 km, Landa – co-capitano della maglia rosa – nel finale s’è mosso e ha poi chiuso secondo al traguardo davant…