Post

Visualizzazione dei post da maggio 27, 2015

Bis di Modolo, poker Lampre-Merida

Immagine
Dopo il bis di Mikel Landa, quello - non consecutivo - di Sacha Modolo. Già profeta in casa a Jesolo, il 27enne velocista di Conegliano s'è ripetuto allo sprint a Lugano - unico sconfinamento estero di questa edizione - e ha regalato alla Lampre-Merida, l'unico team italiano World Tour, e l'unica squadra a quota quattro successi in questo Giro: l'impresa di Jan Polanc sull'Abetone, il riscatto di Diego Ulissi a Fiuggi, poi la doppietta di Modolo. Uno che al Giro mai aveva vinto, e che adesso ci ha preso gusto. Al punto da baciare l'asfalto, un gesto che ha ricordato da vicino l'inchino del compagno Ulissi a Fiuggi. Anche stavolta è stato fondamentale il treno Max-Ferro, al secolo Maximiliano Ariel Richeze e Roberto Ferrari. Dopo aver guidato la caccia al comasco Paolini - tradito dal vento e dalle moto su strade che pure conosce a memoria - perfetta, la Lampre-Merida, nel pilotare Modolo, poi bravissimo a bruciare sul traguardo Giacomo Nizzolo e lo sloveno…

Fantasmi di neve sul Gavia

Immagine
http://oldsite.cicloweb.it/articolo/2015/05/27/il-mio-giro-di-paolo-viberti-fantasmi-di-neve-sul-gavia-assideramenti-ipotermia-
Assideramenti, ipotermia, una giornata ai limiti tra leggenda e follia
di Paolo Viberti, 27 maggio 2015
TIRANO. Intorno all'ora di pranzo di ieri il gruppo dei corridori del 98° Giro d'Italia si è immerso nell'accoglienza di Pontedilegno, dopo la discesa infinita del Passo del Tonale. E a me è venuto in mente quante pagine leggendarie siano state scritte sui tornanti di una delle montagne classiche della Corsa Rosa, il leggendario Passo Gavia che parte proprio da lì e che il mio amico Tarcisio Persegona ha scalato più di 400 volte nonostante abbia sorpassato da un pezzo la metà del cammino tra i settanta e gli ottant'anni.
E così stamani mi sono ripromesso di raccontarvi che cosa accadde nella tappa del Giro del 1988 che prevedeva lo scollinamento sul Gavia. Fu quella una delle pagine più drammatiche nella storia della Corsa Rosa.
Quell'ann…