Post

Visualizzazione dei post da maggio 27, 2016

Nibali risorge a Risoul

Immagine
Poteva succedere di tutto, nel primo dei due tapponi alpini consecutivi. E tutto è successo: pure troppo. La maglia rosa Steven Kruijswjik che in discesa ruzzola sulla neve, Ilnur Zakarin che nel fosso ci rimette una clavicola, e ringraziare.  La gendarmeria che blocca un po’ di macchine e bus. Michele Scarponi testa di ponte per Vincenzo Nibali che l’Astana ferma – alla lettera – per aspettare il proprio capitano. E che capitano.
Appena scollinato il Dell’Agnello, con i suoi maestosi 2744 metri di altitudine Cima Coppi del Giro, Nibali s’ messo alle spalle crisi e avversari e attaccato alla sua maniera.  Ha vinto da solo, sulle strade dove due anni fa ma al Tour e in maglia gialla – chiude secondo dietro il polacco Rafal Majka.
Stavolta invece sfiora quella rosa, che gli sfugge per 44 secondi e stacca Nieve di 51 e il nuovo leader Chaves di 53, entrambi vincitori di una tappa: a Cividale il nuovo capitano del Team Sky, nella terribile Corvara il colombiano. Diego Ulissi tiene a 1’02…