Post

Visualizzazione dei post da maggio 1, 2016

SHEDDING DEMONS

THIRTY YEARS AGO ONE OF WORLD CYCLING’S MOST ENIGMATIC FIGURES FINALLY WON THE MAGLIA ROSA. PROCYCLING RECALLS ROBERTO VISENTINI’S TORTURED JOURNEY TO THE PROMISED LAND

Writer: Herbie Sykes
Procycling - ISSUE 216 / MAY 2016

Born into a wealthy undertaking family in the hills above Lake Garda, Roberto Visentini was the antithesis of the cycling archetype. He wasn’t in it for the money; he raced for the same reason that he rode motocross and skied, because he was the best at it. Being the best at things was good for his fragile self-esteem.
Visentini left school aged 14 to concentrate on the motocross, but soon, he discovered that winning bike races was child’s play. For two years he and Italy’s other boy wonder, Giuseppe Saronni, divided the junior spoils. If it came together Saronni would gallop home, but if it didn’t, if there were hills, then the taciturn one would ride away.
Two weeks after his 18th birthday Visentini won the National Championship, and seven days later he won the i…

Romandia 2016: Quintana come Botero

Immagine
In un ciclismo che fu, il Romandia era la cartina di tornasole per il Giro: chi faceva bene nella corsa svizzera, aveva la forma giusta per brillare, di lì a poco, in quella rosa.

Oggi, forse, non è più così: il Tour de Romandie fa da banco di prova anche e soprattutto per il Tour de France, unico vero obiettivo stagionale per i big dei grandi giri.

Due nomi su tutti, Chris Froome - primo in solitaria nella penultima tappa - e Nairo Quintana, leader della generale oltreché vincitore della seconda tappa dopo il declassamento di Ilnur Zakarin che lo aveva chiuso sulle transenne.

L'unico colombiano a imporsi su queste strade era stato Santiago Botero, cronoman iridato a Zolder 2002 (il mondiale di Cipollini) e bronzo a Lisbona l'anno prima.

Stavolta ci è riuscito Quintana, che dopo aver vinto la generale del Giro di Catalogna e i terzi posti al Giro dei Paesi Baschi e al Tour de San Luis, ha scelto le montagne e il maltempo svizzeri per preparare la Grande Boucle come primo sfidante…