Post

Visualizzazione dei post da 1980

Sta nascendo un vivaio per giovani corridori. Lo hanno inventato Boifava & Prandelli

Immagine
Un'idea rubata al calcio: una squadra professionistica decide di curare i ragazzi fin dai 13 anni e di seguirli per evitargli inutili sforzi prima del tempo. Per i migliori: professionismo assicurato
Boifava non ha avuto grande fortuna nelle corse. È anche stato in coma e ha chiuso prestissimo. Al volante dell'ammiraglia ha subito dato dimostrazione di serietà ed ha portato nell'ambiente nuove idee: questa è senz'altro clamorosa

di Beppe Conti BiciSport, n. 12 / dicembre 1980


Tra mille progetti fumosi e già superati prima ancora d'ssere attuati, fra innovazioni che abortiscono prima ancora d'essere considerati tali, per fortuna nel ciclismo c'è anche chi fa sul serio. Un esempio? L'inoxpran di Davide Boifava e Angelo Prandelli.
La novità è ghiotta e quanto mai interessante. Hanno deciso, i due, di creare un vivaio di giovani, sull'esempio delle società calcistiche. Un'idea che rappresenta un grosso passo avanti verso un ciclismo moderno e non più…

L'altro fattaccio del Giro del Friuli '80

BiciSport, n. 11 / novembre 1980
Oltre allo "sciopero" il Giro del Friuli 1980 era stato caratterizzato da un episodio ancora non del tutto chiaro e comunque assai poco edificante, protagonisti Visentini e Panizza.
I due corridori sono stati denunciati alla magistratura da Rino Grion, di Aiello del Friuli (Udine), membro della commissione tencia della Fereciclismo regionale, il quale li ha accusati di averlo aggredito e percosso lungo la salita che conduce a Piancavallo.
Grion ha presentato querela alla Pretura  di Pordenone allegando un certificato medico e spiegando che Visentini lo avrebbe colpito con un pugno allo stomaco mentre Panizza gli avrebbe tirato una borraccia piena d'acqua. 
Il patron della corsa, Ugo Caon, ha sollecitato la Federciclismo ad aprire una severa inchiesta sui fatti.

L’altro fattaccio del Giro del Friuli

Bicisport n. 11, novembre 1980
Oltre allo “sciopero” il Giro del Friuli era stato caratterizzato da un episodio ancora non del tutto chiaro e comunque assai poco edificanti, protagonisti Visentini e Panizza. 
I due corridori sono stati denunciati alla magistratura da Rino Grion di Aiello (Udine) membro della commissione tecnica della Federciclismo regionale il quale li ha accusati di averlo aggredito e percosso lngo la salita che conduce a Piancavallo. 
Il Grion ha presentato querela alla Pretura di Pordenone allegando un certificato medico e spiegando che Visentini lo avrebbe colpito con un pugno allo stomaco mente Panizza gli avrebbe tirato una borraccia piena d’acqua. Il patron della corsa Ugo Caon ha sollecitato la Federciclismo ad aprire una severa inchiesta sui fatti.