Post

Visualizzazione dei post da 1990

INSULTI, BOTTE, TRAFFICO D'ARMI: ECCO LA VITA DEI RUBA-BAMBINI

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1990/05/19/insulti-botte-traffico-armi-ecco-la.html?refresh_ce

ROBERTO BIANCHIN la Repubblica, 19 maggio 1990
VERONA - Comperavano in California armi a raggi paralizzanti, pistole, giubbotti antiproiettile. In Svizzera cercavano di procurarsi lanciarazzi, mitra e bombe a mano. Tra loro facevano a pugni. Non sono mai andato d' accordo con Maffiotto, è autoritario e violento dice Valentino Biasi tanto che mi prese a cazzotti e in più di un' occasione sottrassi Cappelli alle botte che Franco voleva dargli. Erano esperti in insulti, minacce, ricatti. Sottoponevano le famiglie dei sequestrati a tremende torture psicologiche. Promettevano violenze di tutti i generi e scrivevano: Possiamo essere cento volte più crudeli. Eppure raccontano di avere il cuore tenero i rapitori di Patrizia Tacchella, di Federica Isoardi, di Giorgio Garbero, di Pietro Garis. Tenero come il marzapane. Perché loro amavano i bambini che rapivano. I …

'SONO LORO I MIEI CARCERIERI SEI ANNI FA RAPIRONO ANCHE ME'

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1990/04/20/sono-loro-miei-carcerieri-sei-anni-fa.html?refresh_ce
dai nostri inviati MASSIMO NOVELLI e MEO PONTE
la Repubblica, 20 aprile 1990

CUNEO - Sono da poco passate le 13 di mercoledì, il giorno dopo il blitz dei carabinieri che a Santa Margherita Ligure hanno liberato Patrizia Tacchella. Le immagini della prigione della bambina, i volti dei rapitori, scorrono sul teleschermo. Federica Isoardi, oggi quattordicenne, rapita all'età di otto anni a Cuneo la mattina del 12 gennaio '84 e rilasciata la sera del 12 marzo, è appena rientrata da scuola, a casa di uno zio. Guarda il telegiornale. E attraverso la tremenda esperienza di Patrizia, rivive il proprio sequestro. Quando sul video appaiono le foto degli arrestati, la ragazza sussulta. Poi, con un filo di voce, esclama: Ma quei due, quello che assomiglia a papà e quell' altro, mi sembrano loro, proprio loro, i miei carcerieri...

Mercoledì pomeriggio, dunque, F…

STORIA DI BUGNO, IL RAGAZZO DEL ' 90

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1990/03/21/storia-di-bugno-il-ragazzo-del.html
la Repubblica, 21 marzo 1990

GIANNI BUGNO, il magnifico vincitore di una Sanremo che ha rimesso in corsa il ciclismo italiano, è un corridore nuovo. Voglio dire che non trovo nel passato un campione che molto gli assomigli. Frugo i ricordi. Lo chiedo a Giorgio Albani che conosce Bugno dai giorni in cui il nostro era un apprezzato dilettante del Ciclisti Monzesi. Una testolina bruna, che il sole e l' aria delle corse tostavano come un chicco di caffè, due occhi azzurri, la prodigiosa vitalità del campione in erba. Albani ha veduto crescere Bugno ma non gli riesce di paragonarlo a chicchessia. Gli ho parlato, mi dice, in occasione di una vittoria di tappa, al Giro d'Italia, a Prato. Era stato in fuga solitaria: direttore di corsa in seconda, mi ero premurato che nessuna macchina del seguito facilitasse, con un vortice d'aria, il compito dei suoi inseguitori. Aveva vinto…

LA FAMIGLIA SE L' ASPETTAVA, "ORA SPERIAMO NELLA POLIZIA"

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1990/01/31/la-famiglia-se-aspettava-ora.html
di DANILO CASTELLARIN
la Repubblica, 31 gennaio 1990

STALLAVENA - La mamma se l'aspettava. L'aveva confidato qualche giorno fa al parroco di Stallavena, don Battista Tacchella, cugino di terzo grado del padre della piccola Patrizia, Mario [in realtà Imerio, nda]. Ho quattro figlie e non vorrei che gli succedesse qualcosa. La preoccupazione era nell'aria. E da tempo attorno alle sorelle di Patrizia si era stretto il cerchio di una sorveglianza discreta. La paura era per Sara, 17 anni. Ma anche Laura, appena quindicenne, doveva spiegare dettagliatamente i suoi movimenti. I controlli erano meno attenti solo per le piccole della famiglia, Patrizia (9 anni a maggio) e Amalia, di quattro.
Una lunga attesa 
Forse per questo ieri pomeriggio la madre Luciana Favari, 40 anni, e il padre Imerio (48) hanno fatto passare tre ore prima di lanciare l'allarme ai carabinieri. Prima …