Post

Visualizzazione dei post da giugno 13, 1987

Visentini crac, Roche ok

L'italiano è caduto a 6 km dal traguardo. L'irlandese (ieri secondo) ormai padrone della corsa Ciclismo italiano ko: in classifica geneeale, dieci tra i primi quindici sono stranieri
dal nostro inviato DARIO CECCARELLi l'Unità, sabato 13 giugno 1987
PILA - Si dice che certi attimi contano più di una vita. Un'esagerazione, certo. Eppure, anche se può sembrare strano visto che dura più di venti giorni, il 70esimo Giro d'Italia si è deciso in un attimo. In un attimo, infatti, a sei chilometri dallo striscione d'arrivo di Pila, sono successe tre cose che hanno definitivamente spostato a favore di Stephen Roche la vittoria finale, rendendo una formalità burocratica la cronometro conclusiva di oggi a Saint-Vincent. Cosa è successo, dunque, di cosi importante? Questo. Il gruppetto dei più forti, Roche, Schepers, Millar, Lejarreta, Breukink, Giupponi e Visentini, già al comando dall'inizio della salita, procedeva apparentemente compatto. Improvvisamente, Breukink, i…