Post

Visualizzazione dei post da dicembre 29, 2018

GIRO D’ITALIA 1975, SULLO STELVIO L’EPICA SFIDA TRA BERTOGLIO E GALDOS

Immagine
https://sport660.wordpress.com/tag/tappa-stelvio-giro-ditalia-1975/
di Nicola Pucci
Fausto Bertoglio ha poco più di 26 anni ed ancora deve brindare al primo successo da professionista, quando si allinea al via del Giro d’Italia del 1975, edizione numero 58 di una memorabile avventura nata nel 1909. In carriera vanta solo un'altra partecipazione alla Corsa Rosa, nel 1973, quando fu 46-esimo, per poi l’anno dopo mettersi in gioco al Tour de France con un altrettanto anonimo 23-esimo posto. Insomma, per il ragazzo bresciano che veste i colori della Jolljceramica sono ben lungi dall’accendersi le luci della ribalta. Almeno così parrebbe.
Ma chi sono i favoriti lungo le 23 tappe che dal 17 maggio al 7 giugno condurranno i forzati del pedale da Milano all’arrivo in salita del Passo dello Stelvio, prima volta nella storia del Giro, sommando 3.963 chilometri di fatica e sudore? Non c’è Eddy Merckx, il trionfatore delle tre edizioni precedenti, costretto a dare forfait insieme a tutta la M…

La cotta di Battaglin ad Arenzano - 1975: la magia del Giro vissuto alla radio

Immagine
http://oldsite.cicloweb.it/articolo/2010/01/13/la-cotta-di-battaglin-ad-arenzano-1975-la-magia-del-giro-vissuto-alla-radio.html


Con la radio si può scrivere leggere o cucinare non c'è da stare immobili seduti a guardare forse è proprio quello che me la fa preferire è che con la radio non si smette di pensare (Eugenio Finardi)

di Mario "Cancel" Silvano
All'inizio degli anni '70 la radio reggeva ancora bene il confronto con la televisione. Se quest'ultima, infatti, aveva modificato le abitudini degli italiani nel decennio precedente, la radio manteneva ancora intatto il suo fascino.
C'erano trasmissioni, all'epoca, considerate cult, come Gran Varietà, la domenica mattina, una rassegna impagabile di sketch comici e canzoni; il Gambero, un quiz "alla rovescia" condotto da Enzo Tortora e, poi, da Franco Nebbia; la Corrida, i "dilettanti allo sbaraglio" presentati da Corrado; Chiamate Roma 31 31 e Hit Parade
Per non parlare di Alto Gradime…

Storia di Guerrino Farolfi

http://www.museociclismo.it/content/articoli/1397-Storia-di-Guerrino-Farolfi/index.html
Guerrino Farolfi, per gli amici "Scainell", svolge attività con la "Faenza Sportiva" tra il 1933 e il 1939. Prima come allievo poi come dilettante s'inserisce tra i corridori faentini più in vista del periodo. Passista scalatore di buona levatura è in evidenza, già al suo esordio, vincendo nel 1933 a San Leo l'impegnativo Giro dell'Alto Montefeltro, che rivincerà anche nel 1935. Sempre nel 1933 s'impone anche nella prima edizione del Giro dei Fiori a Faenza. 
Intraprendente e battagliero è spesso tra gli animatori classificandosi con i primi diverse volte come ad esempio nel 1934: campionato romagnolo allievi (6°), G.P. Emiliano (2°), campionato italiano allievi a Milano (6°, primo della rappresentativa romagnola). 
Nel 1935 è 10° al campionato italiano allievi a Forlì, nel 1938 si classifica 3° nella Coppa Podestà a Imola. 
Tra le sue vittorie come dilettante sp…