Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

Vos, la Cannibale col sorriso

Immagine
di CHRISTIAN GIORDANO, Cycle!
L’aspettavano da trent’anni il nuovo Merckx. Figuratevi le facce, in Belgio, quando han scoperto che è olandese e pure donna. Marianne Vos, la Cannibale. A 26 anni, la più forte di sempre. La più completa. Come Merckx.
KILLING ME SOFTLY In gruppo t’accorgi subito del vento che spazza via un’epoca. Merckx era diverso. Non era “umano”. A sentire Adorni «Anquetil spuntava senza preavviso. Mortifero come una stilettata alla schiena. Il suo colpo di pedale era morbido, vellutato. Arrivava come un brusio e se ne andava rombando». Eddy no. «Merckx lo sentivi, lo avvertivi. Più che il rumore, segnali, sensazioni. La percezione che alle tue spalle c’era fermento, qualcosa che bolliva. Un’intuizione strisciante. Non il normale ronzio dei pedali, ma un tonfo sordo nell’atmosfera». Anche per Dino Zandegù, re al Fiandre nel ’67, «aveva un modo di pedalare diverso dal nostro». Marianne no. Lei ti ammazza col sorriso. Dolce, languido come i suoi occhi chiari del Nord …

HOOPS PORTRAITS - James, il destino del Re

Immagine
A 28 anni sua maestà Michael Jordan festeggiava il primo dei suoi sei titoli di campione NBA e di MVP delle Finals.

Alla stessa età, sei stagioni dopo la sua prima Finale, persa con Cleveland proprio contro gli Spurs, LeBron James ha già conquistato - da miglior giocatore della stagione e delle Finali - il secondo anello NBA consecutivo.

Lo ha fatto da dominatore, contro tutto e contro tutti. In particolare la critica più gratuita, cattiva e superficiale: i cosiddetti "Miami Haters", gli odiatori di professione dei Big Three, lo stesso LeBron, Dwyane Wade e Chris Bosh), le stelle "colpevoli" di esagerata, arrogante, sfacciata superiorità. E il discorso del re, alla fine, è già nella storia. Come questa meravigliosa serie finale di sette partite.  "Non posso preoccuparmi di ciò che dicono di me. Io sono LeBron James, da Akron, Ohio. Vengo dal ghetto. Neanche dovrei esserci, qui. E tanto basta. Ogni sera quando entro in spogliatoio e vedo la maglia col numero s…

Evasione fiscale: non solo Messi, quanti precedenti...

di Christian Giordano, 13 giugno 2013

Prima, la fotocopia del "gol del siglo", quello al Getafe col Barcellona in semifinale di Copa del rey 2007. Due mesi dopo, il bis della "mano de dios", nel derby con l'Espanyol, 37esima giornata di quella Liga. Adesso, i problemi col Fisco: il terzo indizio di un'analogia fra i due "Diez" che comincia a farsi inquietante.

L'Agenzia delle entrate catalana contesta a Lionel Messi, e a suo padre Jorge, una - per ora presunta - evasione da 4 milioni nelle dichiarazioni relative al triennio 2007-2009. E in particolare, alla gestione dei proventi dei diritti d'immagine. Secondo l'accusa, che la procuratrice Raquel Amado ha presentata presso la sezione istruttoria di Gavà, dove l'attaccante argentino risiede, la gestione dei diritti d'immagine sarebbe stata affidata a società con base in paradisi fiscali come Belize e Uruguay; e queste società a loro volta avrebbero sottoscritto accordi di licenza…

Confederations Cup Story: prove di Mondiale

La tormentata storia di un torneo che ha faticato a ritagliarsi spazio e credibilità. Oggi è un'anteprima, un check-up per squadre e organizzazione a un anno dal mondiale. Ma nella memoria collettiva resta per la tragedia di Foe, il più televisto di troppi morti in campo
di Christian Giordano, Guerin Sportivo
Un mini-mondiale. Ecco cos'è, oggi, la Confederations Cup: una prova generale a un anno dal mondiale. I sei campioni continentali, la nazionale del paese organizzatore e la detentrice. Ma non è stato sempre così, anzi. La storia del torneo è lunga. E travagliata. 
MUNDIALITO A CHI? In principio, è il Mundialito. Sì, la Copa de Oro de Campeones Mundiales, la World Champions’ Gold Cup. Si gioca dal 30 dicembre 1980 al 10 gennaio 1981 ed è il primo tentativo di riunire le nazionali dei paesi vincitori di un mondiale: Uruguay, Italia, Germania Ovest, Brasile, Inghilterra (che rinuncia per il calendario e forse contro Pinochet, sostituita dall'Olanda finalista nel '74 …