Post

Visualizzazione dei post da settembre 29, 2019

IN FUGA DAGLI SCERIFFI - Santa Maria e Jeanine hors du commun

Immagine
https://www.amazon.it/dp/B07XP5GBYG

Simone Basso
IN FUGA DAGLI SCERIFFI
Oltre Moser e Saronni: il ciclismo negli anni Ottanta
Prefazione di Herbie Sykes
Rainbow Sports Books

(...)
Maria Canins arrivò molto casualmente all’agonismo pedalato, lei che fu una delle più forti fondiste del Paese (prima italiana ad aggiudicarsi una Vasaloppet), e proiettò il movimento in un’altra dimensione. 
(...)
Fortuna volle che Felix Lévitan, all’ennesima magata, s’inventò la costola femminile della Grande Boucle. Nel 1984, piazzò la carovana “rosa” come antipasto dei giganti della strada. Già la vernice vinta da Marianne Martin fu un successo, l’anno dopo la replica consacrò la fresca rivalità tra la Mammina volante e Jeannie Longo.
Le due cominciarono una sfida impari, per la durezza spaventosa di quei Tour (la francese) e la differenza di età ed esperienza (l’italiana). 
(...)
Nel 1985, alla Festa di luglio, fu umiliata dalla rivale: riproponendo le nazionali (nostalgia canaglia italiana…), il miraggio di…