Cancellara o Sagan, l’Italia, via Roma: 5 chiavi per Sanremo

Il duello d’oro, i velocisti Kristoff-Cavendish, i giovani Cimolai e Bonifazio, la pioggia, l’arrivo storico: da sogno

di Luca Gialanella, La Gazzetta dello Sport 

Il dislivello è di appena 1600 metri su 293 chilometri: 550 m sul Turchino, 250 sulla Cipressa e 150 sulla collinetta del Poggio. Da fine discesa sono 2,3 km per arrivare in via Roma. E’ il mistero della Milano-Sanremo. Domenica 106a edizione, e dopo 8 anni il traguardo torna in via Roma. La prima volta nel 1949: Coppi. L’ultima nel 2007: Freire. In mezzo, il mito. In 5 punti le chiavi della gara.

1 - IL DUELLO: CANCELLARA CONTRO SAGAN 
Hanno segnato le ultime 4 edizioni. Fabian sempre sul podio, Peter sempre rimpianti. Da quando Sagan è pro’ nel 2010, il testa a testa con Cancellara è a suo favore: 164 sfide, 107-57 per Sagan. Ma la qualità nelle classiche non si discute: lo svizzero, 34 anni, ha vinto 3 Fiandre e 3 Roubaix; lo slovacco, 25 anni, solo la Gand-Wevelgem. Così a Sanremo: 2011, 2° Cancellara, 17° Sagan; 2012, 2° e 4°; 2013, 3° e 2°; 2014, 2° e 10°. Arrivano con il conforto, dopo 9 mesi, di una vittoria alla Tirreno-Adriatico. 

2 - I VELOCISTI: KRISTOFF, CAVENDISH, DEGENKOLB
Il norvegese Kristoff, primo nel 2014, è in gran forma e verrà pilotato in squadra da Luca Paolini, che consegnò la Sanremo a Bettini nel 2003. Mark Cavendish è un’incognita perché non gli abbiamo visto fare una volata da tre settimane ed è un po’ sovrappeso; il tedesco John Degenkolb si è tirato a puntino alla Parigi-Nizza. Occhio all’australiano Matthews, a Ciolek (1° nel 2013) e a Swift, 3° nel 2014. Poi Greipel, Demare e Bouhanni. Contro di loro, una muta di attaccanti: Van Avermaet, Stybar, l’iridato Kwiatkowski, Gallopin, Valverde, Rui Costa, Boasson-Hagen, Gilbert, Oss.

3 - L’ITALIA: NIBALI, POZZATO, CIMOLAI, BONIFAZIO
Con la Sanremo inizia il ciclo di classiche più difficile per noi. Qui non vinciamo dal 2006 (Pozzato); il Fiandre dal 2007 (Ballan) e la Roubaix dal 1999 (Tafi). Nibali è una garanzia, terzo nel 2012, ma certo vincere... Pozzato è in crescita, il quarto posto ad Arezzo lo conforta molto. A 33 anni l’esperienza non gli manca, e queste gambe non le ha mai avute negli ultimi due anni. In ritardo Colbrelli (febbre), così così Battaglin, un mistero Modolo, l’Italia va all’attacco con due giovani della Lampre-Merida (come Pozzato). Davide Cimolai, pordenonese di 25 anni, cresciuto in pista, velocissimo: nel 2014 è scollinato 8° sul Poggio. Dopo il Laigueglia, ha vinto una tappa di 192 km alla Parigi-Nizza. E Bonifazio, a 21 anni, è il giovane emergente: veloce, primo all’Agostoni e a Lugano, è di San Lorenzo al Mare, ai piedi della Cipressa. Diamo una chance anche a Giacomo Nizzolo (Trek), che però corre con Cancellara.

4 - L’ARRIVO IN VIA ROMA
Dalla Fontana dello Zampillo sono 500 metri per giungere al traguardo: strada all’1-2%. Ci vuole la gamba «piena». La Classicissima si è conclusa dal 1907 al 1948 in corso Cavallotti; dal 1949 al 1985 in via Roma; dal 1986 al 1993 in corso Cavallotti; dal 1994 al 2007 in via Roma. E poi 7 volte in lungomare Calvino. Ma tra quei palazzi che profumano di storia, è un’altra cosa. La Sanremo è nata qui. La strada più famosa della storia del ciclismo. E i corridori non restano indifferenti al fascino.

5 - PIOGGIA E TANTO VENTO
Cancellara dice che «il tempo è l’aspetto più importante della Sanremo. Guardo prima le previsioni, poi penso». Domenica pomeriggio? Pioggia debole, 13°, vento forte, raffiche a 44 km/h da estnordest. Vuol dire a favore sull’Aurelia e poi anche contrario lungo i tornanti del Poggio, dove la strada è esposta. Aspetto decisivo: col vento contro, non si attacca e non si fa differenza.
LUCA GIALANELLA, La Gazzetta dello Sport


Giuseppe Saronni ultimo iridato: 
trionfa in via Roma nel 1983. Da allora nessuno ha pi. vinto la Sanremo in maglia di campione del mondo. Questo arrivo ha fatto la storia della Classicissima. Si . ripetuto per 36 anni dal 1949 (1Åã Fausto 

Coppi) al 1985 e per 14 anni dal 1994 al 2007 (ultimo vincitore Oscar Freire) BETTINI
Oggi 18° Gp Nobili a Stresa
Test Cancellara e Valverde Prove tecniche di Sanremo per Cancellara e Valverde oggi in Piemonte nel 18esimo GP Nobili da Suno a Stresa: 187,5 km, al via (alle 11) 22 squadre di cui 7  World Tour. Tra gli altri nomi di spicco: Paolini, Betancur, Visconti, Felline, Nizzolo, Pellizotti, Gatto, Cunego, Santaromita e Gavazzi. In gara anche la  Nazionale di Cassani con Gasparotto, Canola, Colbrelli, Ratto, Puccio e i dilettanti Ganna, Consonni e Pacinotti. Differita RaiSport 2 dalle 18.

Commenti

Post popolari in questo blog

Francesco Conconi: ho fatto il Test

Cristiano Gatti, il quarto d'ora di umanità dell'ultimo giapponese

Gianpaolo Tessari: «Moser è il Trentino»