Boxing day di fuga e redenzione

Boxing day in campo, come da tradizione, per la premier league, che sotto l'albero scarta il diciottesimo turno spalmato su tre giorni, con il Liverpool che martedì affronterà lo Stoke City dell'ex Joe Allen e il Tottenham che farà visita al Southampton.

Non c'è un autentico big-match fra le grandi, ma le luci natalizie più brillanti si accenderanno allo Stamford Bridge dove il Chelsea capolista a +6 sul liverpool cerca contro il Bournemouth la 12esima vittoria consecutiva che porterebbe i Blues a soli due successi da quota 14, record assoluto in Premier.

Occhio però, perché Conte sarà senza gli squalificati Diego Costa e Kanté e perché il Bournemouth ha già fatto un brutto scherzetto al Leicester City subito dopo che i campioni in carica avevano strapazzato il Manchester City. Man City - terzo a meno sette dalla vetta - che invece sarà di scena nel testa coda di Hull contro l'ultima in classifica.

Curiosità e soprese anche dal calendario: un anno fa, le due sconfitte consecutive con Bournemouth e Leicester City costarono la panchina a Mourinho, sostituito prima ad interim con Steve Holland contro il Sunderland allora di Sam Allardyce e poi con il traghettatore Guus Hiddink che debuttò contro il Watford oggi di Mazzarri e avversario del Crystal Palace che l'antivigilia di Natale ha rimpiazzato Alan Pardew con Sam Allardyce. L'ex Ct inglese già in panca dopo la rescissione del 27 settembre in seguito al video dello scandalo. Per lui sì, non poteva esserci Boxing day migliore. Quello della redenzione.
PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO

Commenti

Post popolari in questo blog

Francesco Conconi: ho fatto il Test

Cristiano Gatti, il quarto d'ora di umanità dell'ultimo giapponese

Gianpaolo Tessari: «Moser è il Trentino»